Abusivismo pubblico spettacolo, cosa si rischia?

Pubblico Spettacolo
fregene

Quando si parla di abusivismo in riferimento al pubblico spettacolo si ha a che fare con varie situazioni tutte da riferirsi, comunque, all’ex articolo 681 del codice penale. Se vi state chiedendo quando è che un pubblico spettacolo è davvero abusivo e, soprattutto, quali sono le relative sanzioni a cui si può andare incontro, non vi resta altro da fare prendere carta e penna.

 

Pubblico spettacolo: ecco quando si è abusivi

 

Un pubblico spettacolo è considerato abusivo quando non è stata richiesta, non è stata rilasciata o, addirittura, è scaduta la licenza. Il medesimo reato si configura anche quando non viene osservata in maniera corretta la norma prevista dall’articolo 80 del TULPS in cui viene richiesta una verifica cosiddetta preventiva da parte di una specifica commissione tecnica che ha il compito di verificare la sicurezza e la stabilità del luogo. Ogni genere di sanzione viene comminata non solo al gestore del luogo in cui si è tenuto il pubblico spettacolo ma anche a tutti coloro che tengono aperto il luogo, pur non avendo rispettato la norma prevista dall’autorità competente. Inoltre, le medesime norme devono essere anche applicate nei confronti di tutti coloro che, seppur occasionalmente, hanno aperto un luogo, appunto, di pubblico spettacolo.

 

Le motivazioni della norma

 

Come è facile immaginare, il legislatore ha messo ha punto tale normativa esclusivamente per tutelare la pubblica incolumità. L’obiettivo finale, pertanto, è quello di prevenire ogni genere di danno o lesione a tutti coloro che hanno intenzione di recarsi nel locale. In merito a tale questione, è fondamentale sottolineare il fatto che le sanzioni vedono protagonisti non solo coloro che abitualmente svolgono un’attività di pubblico spettacolo ma anche chi, occasionalmente, decide di organizzare un evento senza richiedere la licenza. A seguito di un ricorso, infatti, la Corte di cassazione ha specificato che la contravvenzione deve essere notificata a tutti coloro che hanno tenuto una condotta corretta e, quindi, anche a chi occasionalmente ha organizzato un evento pubblico senza richiedere la relativa licenza.

 

Le sanzioni

 

Per quanto riguarda le sanzioni, è necessario fare presente che esse sono severe solo in apparenza. Ma vediamo di scendere più nel dettaglio. Organizzare spettacoli senza la relativa autorizzazione comporta una sanzione che può arrivare fino a sei mesi di arresto ed una multa di non meno di 100 euro. Oltre la sanzione, poi, deve essere cessata immediatamente l’attività. Addirittura, se tale attività è stata svolta in un locale con una destinazione d’uso diversa e se il reato è stato reiterato, il locale potrebbe essere chiuso per massimo 7 giorni. Individuare un’attività abusiva in tale ambito, però, a davvero molto difficile. Nella maggior parte dei casi, infatti, i controlli vengono effettuati nei locali regolarmente autorizzati. Gli eventi e gli spettacoli non autorizzati vengono sponsorizzati attraverso canali difficili da intercettare e, dunque, riuscire a scovarli non è affatto semplice. Inoltre, sono molti coloro che riescono ad inserirsi alla perfezione nelle maglie del sistema al fine di riuscire ad aggirarlo senza alcun genere di problema.

 

I professionisti del settore

 

Un aspetto di cui tenere conto riguarda il fatto che proprio l’abusivismo ha un impatto sociale molto importante e, dunque, non può essere affatto sottovalutato. Organizzare uno spettacolo o un evento pubblico abusivamente significa evadere le tasse. La conseguenza diretta è un innalzamento dei costi per tutti coloro che, invece, gestiscono la propria attività in maniera regolare. Per rendere tutto più chiaro sarebbe molto importante riuscire a modificare in maniera radicale il sistema dei controlli e delle autorizzazioni, al fine di consentire a tutti di comprendere quali sono le norme da rispettare. Non è affatto raro, infatti, imbattersi in imprenditori che, pur credendo di essere in regola, non stavano rispettando alcune norme poco chiare o fraintendibili. Una cosa è certa: quando si è alle prese con un pubblico spettacolo, a meno che non si abbia molta esperienza nel settore, è buona norma avvalersi dell’aiuto di professionisti in grado di seguire passo dopo passo l’attività. NovaPraxis, ad esempio, è un’azienda in grado di fornire assistenza in maniera continuativa e di gestire ogni genere di criticità in tempo reale.

Creazione Siti WebSiti Web Roma