Aprire una tabaccheria: quali vincoli?

Apertura AttivitàCommercio
tabaccheria

Premessa

Aprire una tabaccheria non è un’operazione così complicata, anche se richiede il rispetto di alcuni importanti vincoli. Un’attività molto ricercata perché riesce a garantire degli introiti quotidiani, non particolarmente faticosa e di conseguenza decisamente meno stressante di altri tipi di lavoro. Fatte queste doverose premesse, però va anche detto che diventare tabaccaio non è neanche semplicissimo ma è necessario tenere conto di alcuni aspetti. In ogni caso, se veramente vi interessa aprire una tabaccheria, in quest’articolo troverete le informazioni utili per riuscire nel vostro intento.

 

Richiedere la Partita IVA

Per aprire una tabaccheria dovrete procurarvi innanzitutto una Partita IVA, trovare la zona adatta a tale attività e richiedere la licenza al Monopolio di Stato. Ottenere la Partita IVA è la cosa più semplice o, quanto meno, quella meno difficile. Per la procedura da seguire e per conoscere la documentazione necessaria per avanzare la richiesta di rilascio vi consiglio di ricorrere a una seria ed esperta agenzia.

 

Scelta del luogo

Cosa ben più complessa rispetto all’ottenimento della partita IVA è quella relativa alla scelta del luogo. Prima di aprire una tabaccheria scegliere il posto giusto è un aspetto che incide parecchio sulle fortune future, ma la scelta che farete dovrà dipendere anche da alcuni parametri legati alle distanze tra le tabaccherie. Solitamente, infatti, la distanza minima da rispettare tra due tabaccherie è di 250 metri nei Comuni con una popolazione compresa fra i 30.000 e i 100.000 abitanti, mentre è di 200 metri in quelli con una popolazione superiore ai 100.000 abitanti. In ogni caso, una volta scelto il luogo, vi consiglio di chiedere direttamente i dovuti chiarimenti agli uffici comunali. Prima di fare la scelta definitiva del luogo dove aprire la vostra tabaccheria è comunque utile conoscere bene la zona per un’opportuna valutazione dei possibili rischi: se la località si sta spopolando, meglio non investire in quel luogo per evitare dannosi fallimenti.

 

Richiedere la licenza

Dopo aver ottenuto la Partita IVA e scelto il luogo, un altro passo che dovrete fare è richiedere la necessaria licenza. Assolutamente non un dettaglio perché, come per l’apertura di altri esercizi commerciali, anche per aprire una tabaccheria uno dei vincoli è l’ottenimento della relativa licenza. In questo caso vi serve inoltrare richiesta nel modo corretto all’ufficio regionale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (AAMS), indicando cioè l’esatta posizione del vostro locale e l’ubicazione delle tre tabaccherie più vicine. In base alla vostra richiesta sarà poi la regione a disporre il rilascio della licenza.

 

Consigli utili

Limitare l’attività della vostra tabaccheria alla sola vendita di sigarette, marche da bollo e a qualche altro prodotto potrebbe essere un grave imperdonabile errore. Per incrementare i guadagni e allargare il giro dei vostri potenziali clienti sarebbe cosa buona vendere materiale di cancelleria per gli studenti, un’idea da seguire specie se il vostro locale si trova nei pressi di una scuola.

Come ultimo consiglio, ma non per questo meno importante degli altri, la cosa più logica da fare per aprire una tabaccheria e velocizzare i tempi di disbrigo della pratica è affidarsi a una valida agenzia. L’azienda NovaPraxis con i suoi servizi curati da personale professionale, competente ed esperto potrebbe essere la soluzione giusta per voi. Un modo per riuscire ad avviare la vostra attività alleggerendovi dallo stress della documentazione utile per l’apertura e quindi senza dover sfidare la lunga burocrazia.

Creazione Siti WebSiti Web Roma