Comune di Roma: criteri di qualità da rispettare per avviare una attività di somministrazione di cibi e bevande

Apertura AttivitàLicenze Commerciali
212647567_6429

Nella città di Roma, per poter aprire un’attività di somministrazione di cibi e bevande, occorre che voi rispettiate alcuni criteri di qualità che risultano essere semplici da rispettare ed allo stesso tempo garantiscono il fatto di poter aprire l’attività senza problema alcuno.
Ecco quali sono i suddetti criteri di qualità.

 

I punteggi di qualità

Prima di parlare direttamente dei criteri stabiliti dal Comune di Roma, è bene che sappiate che, a seconda della zona nella quale intendete aprire il vostro locale di ristorazione, vi è un punteggio ben preciso da raggiungere per poter ottenere il permesso di poter avviare il vostro ristorante.
Nel centro storico, ovvero quello del centro di Roma, il punteggio deve essere pari o superiore a 170. 
Se invece il vostro locale è in periferia, definita come la zona della Rinascita visto i diversi lavori che verranno effettuati sui diversi edifici, il punteggio che dovrete almeno raggiungere è pari a 120.
Nel resto della città di Roma, invece, il punteggio basilare che vi permetterà di aprire la vostra attività di ristorazione, deve essere pari ad almeno 155.
Prendete quindi atto di questi numeri e tenete presente che, la soglia massima, prevista per tutte e tre le zone della città della Capitale, risulta essere pari a 200 punti.
Stabilite quindi dove intendete effettuare l’apertura della vostra attività e iniziare ad effettuare il conteggio dei punti per poter essere sicuri del fatto che, il vostro locale, potrà essere aperto senza problema alcuno.

 

I titoli che dovete possedere

Partiamo subito coi titoli e qualifiche che dovete possedere: il primo di essi consiste nella partecipazione ad uno o più corsi che vi permetteranno di ottenere la specializzazione nella somministrazione di determinati cibi e bevande.

Essi consistono in semplici percorsi di studio che vi trasformano in veri e propri ristoratori esperti nella preparazione delle pietanze: non si parla di scuola ovviamente, la cui formazione deve essere almeno superiore e possibilmente di indirizzo alberghiero.
Il secondo, invece, consiste nella partecipazione a dei corsi di sicurezza e quelli relativi ai termini di igiene che dovrà essere sempre mantenuto nel vostro locale: questo deve durare almeno otto ore.
Questi due requisiti sono fondamentali, dato che vi faranno conseguire ben 20 punti complessivi.

 

I bagni del vostro locale

I bagni del vostro locale sono fondamentali e vi sono ben due regole d’oro che vi permettono di ottenere altri punti qualità importanti per l’apertura del locale.

Il vostro locale deve possedere due bagni distinti, uno per gli uomini ed uno per le donne: ovviamente i sanitari possono essere anche superiori in numero, l’importante che ve ne sia almeno uno per entrambi i sessi.
Il bagno deve risplendere: nemmeno una traccia di polvere deve essere presente nella superficie del bagno stesso o sui sanitari, se puntate ad ottenere dei punti qualità.
Ed inoltre fate in modo che vi siano i fasciatoi per i neonati nei bagni delle donne.
Totale punti con questi due criteri: 30.

 

Il risparmio energetico

Volete conseguire altri trenta punti per il vostro locale di Roma?
Allora installate un sistema idrico a risparmio energetico, come ad esempio i rubinetti a sensore, ed anche impianti di energia rinnovabili o luci che si spengono da solo dopo un certo numero di secondi.
Il risparmio viene premiato e sarà sinonimo di grande qualità.

 

Sicurezza e parcheggi

Un cliente che si reca al vostro ristorante vorrà sicuramente parcheggiare proprio vicino al vostro locale: se riuscite a realizzare una zona parcheggio non più distante di trecento metri dal locale e grande quanto il vostro ristorante, allora otterrete altri 30 punti qualità.
Ed ovviamente sfruttate anche la sicurezza all’esterno del vostro locale, che vi offre ben altri cinque punti.

 

Il menù e le pietanze

Le intolleranze alimentari risultano essere molto diffuse, al giorno d’oggi e per evitare delle conseguenze negative, sarà importante che il vostro locale sia dotato di pratiche targhette, che andranno poste nelle pietanze, con riportati tutti gli ingredienti e loro origine di provenienza.
Stessa cosa nel menù, il quale deve essere scritto anche in altre lingue come inglese, francese, spagnolo e tedesco.
La qualità che caratterizza il menù sarà pari a dieci punti complessivi, cinque per criterio.

 

Un buon locale

Ora parliamo del locale: per ogni persona che si reca nel vostro locale, vi deve essere uno spazio minimo di un metro e mezzo quadrato, cosa che vi farà ottenere dieci punti qualità.
Se utilizzate sistemi di climatizzazione otterrete altri dieci punti ed attenzione: utilizzate pannelli insonorizzanti certificati, elemento importantissimo che vi garantisce di poter ottenere ben quaranta punti tutti in un colpo solo.

 

Ristorante e giochi

Se poi volete arrivare al massimo del punteggio, create un’area giochi per bambini di grandezza pari al dieci percento della superficie del vostro locale e cercate anche di evitare videogiochi, intesi come slot ed altri, nel vostro ristorante.
Questi sono gli ultimi criteri che vi permetteranno di conseguire gli ultimi quindici punti qualità previsti dal Comune di Roma per l’apertura di un locale di ristorazione.

Se avete delle difficoltà oppure non riuscite a far quadrare per bene i conti, non disperatevi assolutamente ma, al contrario, sfruttare i servizi di NovaPraxis, che vi seguirà in tutto il processo creativo del vostro locale e vi consentirà di raggiungere punteggi qualità importanti e sicuri per l’apertura del vostro locale.

Creazione Siti WebSiti Web Roma