La serata karaoke all’interno di un pub o ristorante richiede la licenza?

Pubblico SpettacoloUncategorized
karaoke
Talvolta è difficile districarsi nella difficile burocrazia che norma i procedimenti circa i diritti d’autore, e anche qualcosa di semplice dal punto di vista pratico come una serata karaoke, diventa complicato da organizzare sotto il punto di vista amministrativo. Ecco dunque tutto quello che c’è da sapere per organizzare una serata all’insegna del karaoke in locali come ristoranti e pub.

C’è bisogno di una licenza per una serata karaoke?

Per essere in regola con la normativa sul diritto d’autore, bisogna fare riferimento alla SIAE (Società Italiana Autori Editori). Non è richiesta una vera e propria ‘licenza’ per riprodurre basi musicali per karaoke all’interno di ristoranti e legali: piuttosto, è necessario essere entrati in possesso della musica in modo legale, ed essere in possesso di alcuni elementi che lo certifichino. Vediamo quali.

La licenza per i file audio su supporto fisico

Di solito, le basi musicali che animano una serata karaoke sono riprodotte grazie all’ausilio di tastiere, di personal computer, e di lettori appositi, che possono leggere i formati musicali su cui il brano si trova. Questi formati musicali dei file musicale sono solitamente di file audio, in formato MP3, oppure di file in formato MIDI.

Se invece si ricorrere a dei file musicali che si trovano memorizzati su supporti un po’ meno recenti, come i Floppy Disk, allora il floppy dovrà presentare il bollino SIAE: questo bollino infatti sta a testimoniare che i diritti d’autore che concernono la riproduzione su supporto di quelle particolari musicali sono stati assolti dalla fonte. Questo lessico sta a significare che il produttore stesso della base musicale si è preso a carico i costi circa la diffusione su floppy dei propri brani, e quindi tramite floppy si è autorizzati a riprodurre la musica.

Lo stesso discorso si può fare per i file MP3 e i file MIDI che si trovano contenuti su dei supporti di memoria, come gli Hard Disk e i Compact Flash. I lettori musicali e le tastiere di solito presentano all’interno queste memori di massa. Poiché si trovano su supporti di memoria, anche qui i file musicali devono presentare il bollino SIAE.

Se pubblici ufficiali, come lo sono i membri del personale della SIAE, dovessero indire un controllo a campione in locali pubblici, e trovare dei supporti di memorizzazione non vidimati dalla SIAE stessa, si incorre in sanzioni. Le sanzioni sono però a carico non del gestore o proprietario del pub o del ristorante, ma a carico del musicista che in esso si esibisce. Le sanzioni possono non essere solo pecuniarie: infatti, la violazione del diritto d’autore è classificato come un reato di natura penale. Usare prodotti musicali originali per la riproduzione evita tutti questi problemi.

La licenza per i file audio digitali

Al giorno d’oggi, naturalmente, un metodo molto popolare di procurarsi musica è acquistarla online; e anche le basi musicali karaoke possono essere reperite con facilità su diversi siti, e lì essere acquistate. A differenza dell’acquisto di un supporto fisico, il download di file musicali in formato esclusivamente digitale non può esibire un bollino SIAE. Tuttavia, ogni acquisto di canzoni è accompagnato da una fattura regolare. La fattura può essere stampata, ed è sempre meglio averla con sé durante le esibizioni. La fattura infatti testimonia che il musicista ha acquisito regolarmente il file MP3 o il file MIDI, e può essere esibita come prova di valore legale durante un controllo. Sarà poi la SIAE ad accertarsi che il produttore di basi musicali per karaoke è provvisto della licenza regolare per distribuire online musica digitale. Il diritto d’autore sarà così assolto.

La normativa vigente per i diversi tipi di file musicali è, come si vede, abbastanza sottile, e richiede una certa dimestichezza con l’ambito legale ed informatico-musicale. Per superare queste difficoltà, alcune aziende, come NovaPraxis, si specializzano nella risoluzione di problemi di natura tecnica, amministrativa e legale, che permettono di muoversi con sicurezza nell’apparato normativo.

Creazione Siti WebSiti Web Roma