Pubblicità e insegne: adempimenti e oneri

Commercio
cropped-new_york_time_square_by_hairjay

Aprire un’attività commerciale

 

Se pensate di aprire un’attività commerciale di qualunque genere dovete tenere in considerazione che ci saranno molti adempimenti burocratici e altrettante spese da sostenere. La pubblicità è un tributo regolamentato dal decreto legislativo numero 507 del 1993 e si tratta di un’entrata comunale. La tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP) si applica a qualunque tipo di oggetto posizionato in aree pubbliche, ad esempio i parcheggi dei taxi oppure le condutture che devono passare sopra o sotto il suolo pubblico. L’articolo numero 63 del decreto legislativo 446 del 1997 ha stabilito che i Comuni o le Province possano far pagare un canone piuttosto che la tassa, basato su tariffe deliberate dai consigli comunali nell’ambito delle imposte sulle pubbliche affissioni. Queste imposte sono disciplinate dal decreto legislativo numero 507 del 1993 ed è in previsione che la regolamentazione dei mezzi pubblicitari venga inglobata nell’imposta municipale sulle pubbliche affissioni. Affiggere cartelli pubblicitari è un’ottima propaganda, ma ogni Comune ha una regolamentazione propria.

 

Installare un’insegna pubblicitaria

 

Per installare un’insegna pubblicitaria bisogna chiedere il permesso all’ufficio pubblicità del Comune seguendo un iter burocratico simile in tutta Italia. Entro 30 giorni verrà rilasciata o meno l’autorizzazione e si potrà compilare il modulo per applicare l’imposta sulla pubblicità, che sarà diversa in base a dei criteri stabiliti localmente. A seconda delle norme vigenti, il Comune chiederà una certa somma, intera o dilazionata, per poter mantenere l’insegna pubblicitaria. Se l’insegna deve essere posta in una zona di interesse paesaggistico o da tutelare come un centro storico, bisogna interpellare anche l’ufficio preposto alla tutela ambientale. In molti centri abitati è vietato installare i cartelli segnaletici delle attività commerciali, oppure si possono mettere solamente in determinati spazi.

 

La tassa sulla pubblicità

 

Le imposte sulla pubblicità sono previste per qualsiasi mezzo di comunicazione che sia fruibile dalla collettività e il costo è proporzionale alla superficie e al tempo di esposizione. Ogni Comune adotta delle tariffe basate sui metri quadrati di superficie usati annualmente e può essere di lunga durata o di breve durata. Nel caso delle insegne pubblicitarie dei negozi, la tassa è considerata di lunga durata e viene applicata una riduzione a partire dal terzo mese in poi di esposizione. La tassa annuale sulla pubblicità deve essere versata entro il 31 gennaio di ogni anno, sempre che sia inferiore a 1.549,37 euro, altrimenti va pagata ogni tre mesi entro il 31 gennaio, il 31 marzo, il 30 giugno e il 30 settembre. Le direttive dell’ufficio pubblicità del Comune dove deve essere installata l’insegna devono essere seguite alla lettera, perché altrimenti sono pèreviste sanzioni pecuniarie piuttosto salate. La bozza dell’insegna da presentare agli uffici deve essere uguale a quella che verrà poi esposta, tenendo in considerazione le regole locali; ad esempio alcuni comuni vietano l’esposizione di scritte straniere e a volte è obbligatorio inserire nell’insegna anche l’indirizzo e il numero telefonico dell’attività.

 

I vantaggi di affidarsi ad un’azienda

 

La pubblicità è l’anima del commercio e i messaggi arrivano con più efficacia quando sono visivamente accattivanti. Un’immagine trasmette subito delle sensazioni e può spingere o meno il potenziale cliente a rivolgersi a quell’azienda piuttosto che a un’altra. I professionisti del settore studiano tanti anni per riuscire ad imparare quali siano le strategie migliori per utilizzare al meglio la pubblicità che, va ricordato, è interamente deducibile dalle spese dell’azienda. Non è il caso dunque di risparmiare su un mezzo che potrebbe far aumentare esponenzialmente le vendite se fatto da veri professionisti del settore e non è neanche necessario perdere tempo ad informarsi e fare file negli uffici, perché potrebbe pensare a tutto un’azienda esperta. I servizi dedicati alle imprese sono veramente tanti ed una delle ditte più all’avanguardia nel settore è Nova Praxis, alla quale gli imprenditori si possono appoggiare per tutto ciò che riguarda pubblicità, adempimenti burocratici, le spese e tutto ciò che bisogna fare per installare un’insegna pubblicitaria per il proprio negozio.

Creazione Siti WebSiti Web Roma