Tattoo e piercing: quali requisiti per avviare l’attività?

Apertura AttivitàCommercio
shopfront-new_-1024x680
Da qualche anno a questa parte sono davvero moltissimi coloro che decidono di aprire un tattoo shop.
Che si tratti di una grande città o di un piccolo paese di provincia, il tattoo shop è diventato un vero e proprio must.

Ma come fare per avviare una simile attività? Quali sono le pratiche burocratiche da adempiere e, soprattutto, cosa di deve fare per aprire un tattoo shop?

Per prima cosa, è necessario fare una breve ma importante panoramica in merito alle normativa da rispettare per poter avviare tale tipologia di attività. Inoltre, è necessario specificare anche quali sono le caratteristiche del locale in cui tale attività dovrà essere svolta.

Tattoo shop: ecco le regole da rispettare

Per prima cosa, è opportuno tenere conto del fatto che dallo scorso 1998 tutti coloro che hanno intenzione di aprire un tattoo shop devono aver frequentato uno specifico corso di formazione che, in genere, dura 90 ore e viene organizzato dalle varie regioni. Grazie a tale corso, si ha la possibilità di acquisire tutte le nozioni necessarie sia in merito alle varie tecniche che ad argomenti specifici come, ad esempio, la dermatologia, l’infettivologia e l’igiene. In linea di massima, il costo dei corsi dovrebbe essere di circa 1.800. In ogni caso, prima di procedere con l’iscrizione, è buona norma informarsi in merito ai vari dettagli.
E per quanto riguarda il locale? Quali sono gli standard da rispettare per essere in regola?

Il locale

In primo luogo, ogni tattoo shop che si rispetti deve essere dotato di un ingresso rigorosamente separato dagli ambienti in cui vengono fatti i tatuaggi. In merito alla sala d’attesa, è necessario tenere conto del fatto che essa è obbligatoria e che, pur potendo coincidere con la zona adibita ad ingressi, non può essere posizionata per nessun motivo nelle altre aree del locale.
Ovviamente, deve essere presente anche un bagno al quale si deve avere la possibilità di accedere sia dalla sala d’attesa che dall’area in cui viene eseguito il tatuaggio.
Passiamo, dunque, ad analizzare le caratteristiche dell’ambiente in cui materialmente viene eseguito il tatuaggio. Come è facile immaginare, tale locale è quello che, più di ogni altro, deve tenere conto delle normative vigenti.
Riguardo alle dimensioni, è necessario tenere a mente che la grandezza dell’ambiente non deve essere inferiore a 9 metri quadrati. Inoltre, sia le pareti che i pavimenti devono essere realizzati con materiali idonei. Nella stanza, inoltre, deve essere posizionato anche un lavandino. A non dover mancare, poi, sono la poltrona o il lettino, il classico carrello in acciaio in cui posizionare tutti gli attrezzi del mestiere ed un comodo sgabello.

Le normative

Dopo aver sciolto il complesso nodo del locale, è possibile passare alla fase della cosiddetta omologazione degli ambienti. In buona sostanza, si deve provvedere a certificare i vari impianti, a produrre una planimetria dettagliata dei locali ed a fornire il contratto necessario per smaltire i rifiuti cosiddetti pericolosi.
Oltre alla produzione di questa specifica documentazione, per avviare l’attività non resta altro da fare che seguire il classico iter burocratico ed aprire la partita IVA, iscriversi al registro delle imprese, denunciare alle autorità competenti l’avvio dell’attività in questione, iscriversi all’INPS, aprire la propria posizione INAIL e accordarsi con i vari fornitori per acquistare il materiale necessario per lavorare.
A questo punto, non resta altro da fare che farsi largo nel mercato. Un consiglio molto utile di cui fare tesoro riguarda l’apertura di un sito internet grazie al quale consentire alla propria attività di essere conosciuta in tempi molto rapidi. Per poter acquisire sempre più conoscenze tecniche, poi, è preferibile prendere parte a corsi di aggiornamento e, magari partecipare alle numerose fiere a livello nazionale ed internazionale. In questo modo, si avrà la possibilità di rimanere sempre aggiornati sul mondo dei tattoo.
In ultimo, ma non in ordine di importanza, è opportuno tenere conto del fatto che il requisito fondamentale e dal quale non si può assolutamente prescindere per avviare una simile attività è, ovviamente, il talento.
Creazione Siti WebSiti Web Roma